Adozione Nazionale

Inserisci i tuoi dati

Password persa ?
COME ADOTTAREADOZIONE NAZIONALE

Nel caso dell’adozione nazionale, entro i 3 anni di validità della dichiarazione la coppia potrà essere convocata dal Tribunale per uno o più colloqui di approfondimento in virtù di un possibile abbinamento.

Per quanto riguarda l’adozione nazionale, esiste sempre il 'rischio giuridico' anche se minimo.
Per rischio giuridico si intende la possibilità che il bambino debba ritornare alla famiglia di origine (oppure ai parenti sino al 4° grado) durante il periodo di collocamento provvisorio, cioè quando il bambino è già stato assegnato alla famiglia adottiva, ma in attesa del Decreto di Affidamento Preadottivo (vedi documento 'rischio giuridico' allegato).

 

L’abbinamento e l’inserimento in famiglia

TEMPI: il periodo di collocamento provvisorio e di affido preadottivo durano tipicamente non meno di 1 anno, in dipendenza dall'entità del rischio giuridico ed alla burocrazia.
SOGGETTI: Tribunale per i minorenni, coppia e bambino
LUOGO: il Tribunale, la vostra abitazione, i Servizi  sociali Territoriali
 

Questa fase riguarda l’abbinamento con un bambino italiano (anche se potrebbe essere di etnia diversa) che il Tribunale affida provvisoriamente alla coppia.

Al momento dell'abbinamento vi viene consegnato un documento che prevede il Collocamento Provvisorio del bambino presso la vostra residenza, durante il quale il Tribunale nomina un Tutore.

Il bambino ha residenza presso il Tutore, non può recarsi all’estero e non risulta ancora nello stato di famiglia dei genitori adottivi; per la coppia è previsto l’assegnazione degli Assegni Familiari e per la madre adottiva il diritto all’astensione dal lavoro per maternità (vedi: Congedi Parentali ).


Iscrizione al SSN del bambino (vedi rubrica Notizie Utili).

Durante l'Affidamento Preadottivo, generalmente della durate di 1 anno, il Tribunale incarica i Servizi territoriali di zona (A.S.L. o Comune) di vigilare sul buon andamento dell’inserimento del bambino e di inviare dettagliati rapporti.


Al termine dell’affidamento preadottivo, il Tribunale emette il Decreto di adozione definitiva che verrà registrato nei registri dello stato civile del luogo di nascita del bambino e dovrà essere ritirato presso il Tribunale per i Minorenni che ha seguito l’iter.
A tal punto il bambino potrà essere registrato all’Anagrafe del Comune di residenza della famiglia adottiva ed assumerà definitivamente il cognome dei genitori adottivi.

 

 

NEWS
PRIVACY E COOKIES
by InnerWeb.it