homeCHI SIAMOLA STORIALA NASCITA E L'EVOLUZIONE

La nascita e l'evoluzione


LA NASCITA

L’Associazione Famiglie Adottive Insieme per la Vita Onlus nasce nell’aprile del 1999 come frutto dell’esperienza di due gruppi di famiglie residenti nella Provincia di Varese provenienti dai Comuni della Valceresio e dal Comune di Malnate, che tra il 1989 e il 1999 si sono incontrate per confrontarsi, condividere e affrontare insieme il loro percorso di crescita genitoriale adottiva.

Tali gruppi di mutuo-aiuto, molto innovativi per l’epoca, sono stati costituiti grazie ad un progetto sperimentale attivato per iniziativa degli operatori che si occupavano dell’ambito adottivo nel Distretto di Arcisate, ASL Provincia di Varese, con l’obiettivo di sostenere la crescita della genitorialità adottiva. La nascita del primo gruppo, sorto nel 1989 presso il Consultorio Familiare di Arcisate comprendente famiglie nel periodo post-adozione che si sono incontrate fino al 1999, è stata seguita da quella di un gruppo analogo sorto presso il Consultorio Familiare di Malnate nel 1996, attivato per coppie in attesa di adottare e la cui durata si è protratta fino al 1999, periodo in cui le coppie partecipanti hanno concluso l’adozione di un bambino.

Questa attività ha fatto comprendere ai partecipanti il contributo importante che si ottiene per le proprie famiglie “un po’ diverse” e soprattutto il beneficio che ne deriva per i figli, grazie allo scambio, al confronto, alla condivisione e al sostegno reciproco che si attiva; un’esperienza che ha fatto crescere le competenze genitoriali-adottive, personali e sociali di questi nuclei famigliari.

E’ quindi nata la maturazione delle famiglie coinvolte non solo di voler continuare il percorso personale di riflessione e condivisione ma anche di mettere al servizio di altri la propria esperienza e di aprirsi verso l’esterno per creare una rete solidale sia tra le famiglie adottive sia tra le coppie che intendevano adottare e che desideravano avvicinarsi consapevolmente ad una scelta di vita così importante.

 

La svolta è avvenuta nel corso del 1998 quando le famiglie provenienti dalla Valceresio hanno deciso di unirsi per costituire un’Associazione denominata “Arcobaleno” i cui membri si sono incontrati ad intervalli regolari per strutturare la propria attività. Nel gennaio del 1999 le famiglie provenienti da Malnate sono state informate e invitate ad unirsi all’Associazione Arcobaleno che nell’aprile 1999 è stata rinominata “Associazione Famiglie Adottive Insieme per la Vita” che si è costituita in associazione senza scopo di lucro per iniziativa di 15 famiglie in qualità di soci fondatori.

L’AFAIV è stata, quindi, dotata di uno statuto nuovo modellato con le caratteristiche societarie di una Onlus ai sensi del D.L. 4.12.97 n. 460. L’Associazione è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni senza scopo di lucro ai sensi della L.R. 28/96 e nel Registro Regionale delle Associazioni di Solidarietà Familiare ai sensi della L.R. 23/99. AFAIV è apolitica, non ha fini di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale. La descrizione delle finalità e delle attività sono descritte nell’Art. 4 dello Statuto (allegato).

L’obiettivo di AFAIV è stato ed è quello di diffondere la conoscenza del valore e della ricchezza presenti nell’adozione, vista come risposta a due bisogni: da una parte il diritto dei bambini di avere l’amore e l’affetto di una famiglia e potersi sentire “Figlio” a tutti gli effetti, dall’altra il desiderio delle coppie disponibili a dare una famiglia ad un bambino in stato di adottabilità e di realizzare anche il “sogno” tanto umano di sentirsi chiamare “mamma e papà”, per dare luogo alla nascita di una famiglia basata sugli affetti.

 

L'EVOLUZIONE

Le attività sul territorio della Provincia di Varese

Le attività di AFAIV sono aumentate negli anni e si sono diffuse sul territorio, grazie alla volontà e alla forte motivazione dei soci coinvolti attivamente nella loro realizzazione, ma anche e soprattutto alle capacità organizzative, progettuali e gestionali degli stessi che hanno portato alla promozione di iniziative concrete di supporto alle famiglie adottive e alle coppie in attesa di adottare, tra cui (elenco non-esaustivo):

  • sportello informativo e di sostegno per coppie e per famiglie adottive;
  • attivazione di percorsi di mutuo-aiuto pre- e post-adozione per stimolare e favorire una genitorialità consapevole, rivolti alle coppie in attesa e ai genitori con figli adottivi da 0 anni all’età adulta;
  • attività di gruppo per figli adottivi dall’età prescolare all’età adulta;
  • formazione continua dei soci attivi (corsi interni e partecipazione a seminari, giornate di studio, convegni organizzati da alcuni dei maggiori Enti Autorizzati);
  • attività di sensibilizzazione con la promozione di convegni, serate tematiche (sia interne che aperte a tutti), testimonianze di genitori e di figli adottivi, eventi conviviali e ludici, ecc.;
  • contatti costanti e collaborazione con le istituzioni e gli operatori addetti nell’ambito adottivo;
  • partecipazione ai tavoli istituzionali che si occupano di adozione e affido ai sensi delle leggi regionali e nazionali;
  • interventi di informazione e sensibilizzazione nelle scuole di ogni ordine e grado della Provincia di Varese.

 

L’apertura di altre sezioni Afaiv

Nel 2008, grazie ad un numero di soci che hanno creduto fortemente nella mission di AFAIV, l’Associazione ha avuto la possibilità di ampliare la propria offerta di supporto con l’apertura di tre nuovi punti di incontro sul territorio, uno a Cassano Magnago, uno a Luino  ed uno a Cittiglio che permettono di rispondere meglio ai bisogni delle famiglie che hanno la necessità di poter usufruire di servizi in modo più decentrato. La disponibilità di questi nuovi punti consente ad Afaiv di:

  1. potenziare la rete di solidarietà già esistente ed estendere l’offerta ad altre famiglie e coppie della Provincia;
  2. integrare ulteriormente le attività svolte dall’Associazione con quelle di competenza degli Enti Pubblici e privati presenti sul territorio;
  3. coinvolgere un maggior numero di soci in modo “attivo” nella conduzione delle attività, in quanto più vicine dal punto di vista della dislocazione;
  4. sensibilizzare la popolazione del territorio in maniera più incisiva sui temi dell’accoglienza e dell’adozione.

 

La crescita e il consolidamento: significato della presenza di Afaiv sul territorio Provinciale

Il numero originario delle 15 famiglie è aumentato in maniera costante negli anni; nel 2011 si sono registrate circa 115 famiglie iscritte, con picchi che in alcuni anni hanno sfiorato i 190 nuclei famigliari. Si calcola che dalla sua nascita ad oggi hanno gravitato annualmente intorno all’Associazione circa 600 famiglie in media (tra soci e non soci) provenienti da tutta la Provincia di Varese, senza contare la popolazione più estesa che ne è venuta in contatto o è stata coinvolta (operatori, professionisti, enti pubblici e privati) grazie alle ampie attività messe in campo.

E’ ormai noto agli addetti che l’adozione è una realtà sempre più diffusa su tutto il territorio Provinciale e in costante crescita e riflette la tendenza anche nazionale segnalata dagli enti pubblici e privati (v. dati della Commissione per le Adozioni Internazionali).

Le famiglie iscritte rappresentano solo una parte di quelle che adottano anche se a livello Provinciale il numero non è irrilevante. Inoltre, occorre notare che arrivano da noi con sempre maggiore frequenza famiglie (o già socie in passato o nuove) che si ritrovano ad affrontare momenti di difficoltà o di vera e propria crisi. Pertanto, la nostra presenza sul territorio è considerata un punto di riferimento importante dalle famiglie e anche dagli operatori che contano sulla rete famigliare di supporto.

L’attività di informazione e sostegno pre-adozione alla coppia che ha bisogno di informazioni ma anche di dimostrare ai servizi e al TM di essere in rete, è un primo punto di contatto per farle comprendere che ad adozione conclusa è utile non allontanarsi ma restare in rete per poter affrontare in maniera più consapevole le difficoltà quando si presentano. In questi anni, AFAIV si è adoperata per sensibilizzare le famiglie sulla necessità del sostegno durante tutto il ciclo di vita famigliare al fine di prevenire l’eventuale disagio sociale che inevitabilmente sopraggiunge, in modo particolare durante il periodo della pre-adolescenza e dell’adolescenza e rappresenta un potenziale rischio di fallimento.

AFAIV e la rete sul territorio

Negli anni AFAIV ha sviluppato rapporti di scambio e collaborazione con numerosi enti del terzo settore (associazioni familiari, enti autorizzati e cooperative sociali) sia sul territorio che fuori provincia, che si occupano di accoglienza, adozione e affido. Con alcuni di questi sono stati attivati e realizzati progetti comuni a favore del benessere dei minori e della famiglia.

Inoltre, l’Associazione è in rete anche con le istituzioni pubbliche del territorio che si occupano di adozione e affido (Centri Adozioni ASL, Servizi Sociali dei Comuni e Uffici di Piano del Distretto) e collabora attivamente con essi per la messa a punto e la realizzazione di progetti con obiettivi condivisi.

Costituzione del Coordinamento CARE (Coordinamento delle Associazioni Familiari Adottive e Affidatarie in Rete)

Il 15 ottobre 2011 a Roma presso la sede del Centro Servizi per il Volontariato del Lazio, il CARE – Coordinamento delle Associazioni Familiari Adottive e Affidatarie in Rete - si è costituito in associazione di secondo livello, con la sottoscrizione dell’atto costitutivo da parte di 15 associazioni fondatrici, tra cui AFAIV.

Il Coordinamento si incontra dal 2009 con l’obiettivo di promuovere il benessere dei minori adottivi e affidatari, raccogliendo al suo interno associazioni familiari, dislocate nelle regioni del centro-nord, che si occupano di questi due ambiti sociali.

CARE è il primo network nazionale di associazioni adottive e affidatarie che rappresentano oltre 4600 nuclei famigliari.  Il Coordinamento si muove in due direzioni principali: da un lato vuole essere punto di riferimento per le tante realtà di associazionismo famigliare, favorendo il dialogo e condividendo prassi ed esperienze, dall'altro si pone come interlocutore con le istituzioni che a vario titolo si occupano di minori in difficoltà. Attraverso il Coordinamento, le esperienze maturate dalle singole associazioni con le famiglie nelle diverse realtà territoriali sono messe a sistema e costituiscono la base per attivare un confronto con le istituzioni sulle scelte politiche in tema di adozione e affidamento familiare.

Tra le 15 associazioni fondatrici del CARE ben 4 sono quelle provenienti dalla Lombardia: AFAIV (Arcisate), Genitori di … cuore (Pessano con Bornago - MI); Genitori si diventa onlus (sedi di Castelverde, Clusone, Como, Milano, Monza, Ospitaletto, Pavia, Trescore );  L’Altro Marsupio (Bergamo).

Inserisci i tuoi dati

Password persa? 

Ricorda Password:

NO

SI

Procedura Ripristino Password.

Inserisci l'email con la quale ti sei registrato e clicca Ripristina.
Riceverai un'email con un link che ti permetterà di scegliere una nuova password.